Cyclette Orizzontale

Sei di fretta? Ecco le 5 migliori Cyclette Orizzontale che abbiamo esaminato e scelto per te.

Cos’è e a cosa può servire una cyclette orizzontale?

 

Una cyclette orizzontale è un tipo di prodotto molto versatile, che permette anche a soggetti non allenati o poco allenati, di allenarsi comodamente in posizione seduta (con un comodo schienale), per una minor fatica, in modo da abituarsi gradualmente allo sforzo.

Si può usare sia nel caso si voglia rafforzare la muscolatura della porzione inferiore del corpo (ma anche la zona addominale), sia qualora si voglia perder peso stando comodamente a casa, così anche i più pigri non avranno scuse, in quanto si potrà usare anche davanti al televisore.
E nel caso non si voglia sudare, a casa si può usare anche un eventuale ventilatore/climatizzatore per stare al fresco mentre si fa attività fisica, importante per la salute cardio-vascolare! Proprio per questo motivo abbiamo scelto tutti i modelli migliori, i quali potete trovare solo su cyclettemigliori.it.

Cyclette Recumbent: caratteristiche generali

Quando parliamo di cyclette orizzontali (anche chiamate cyclette recumbent o recumbent bike), ci riferiamo a una tipologia di cyclette che permette di svolgere allenamenti in una posizione di maggiore comfort, grazie anche alla presenza dello schienale. In questo modo anche i soggetti più deboli o debilitati potranno fare del movimento che gradualmente si potrà intensificare.

Risulta comoda anche per chi ha problemi di schiena e non riesce a svolgere le normali attività su di una cyclette verticale (la versione classica per intenderci).

Grazie a tutto ciò, si tratta di modelli ideali anche nel caso di anziani, che ovviamente troverebbero difficoltà nelle cyclette verticali. Come se non bastasse, vi è la possibilità, per alcuni modelli, di regolarne ogni punto, quindi di adattarsi al fisico di chiunque.

Il vantaggio di queste ‘recumbent bike’ è che riescono ad adattarsi ad ogni esigenza, anche perché risultano regolabili in diversi punti.

Lo svantaggio, invece, è il prezzo: spesso risultano più care rispetto ad altre tipologie di cyclette, ma il motivo lo avrete già capito.
In ogni caso ne esistono diversi modelli, alcuni più qualitativi, altri più economici, per tutte le tasche.

Cyclette orizzontale: caratteristiche tecniche

Prima di scegliere una cyclette orizzontale è bene conoscere tutte le caratteristiche tecniche del prodotto. Per caratteristiche tecniche intendiamo tutte quelle componenti che lo compongono e che sono elementi che differenziano un modello da un altro.

Fra le varie caratteristiche tecniche, elenchiamo le più importanti per fare un buon acquisto:

Volano

Si tratta dell’elemento principale di una cyclette orizzontale. Questo elemento, infatti, altro non è che una sorta di ruota metallica collegata ai pedali, che col peso permette di dare stabilità all’attrezzo. Più un volano è pesante, di solito, più è qualitativo perché permette una maggiore stabilità e fluidità di movimento dei pedali. Solitamente il peso dei volani si aggira fra i 5 ed i 10 Kg di peso. Al volano verrà poi applicata la resistenza che sarà regolabile.

VOLANO

Dimensioni

 Questo elemento può essere molto importante quando si tratta di recumbent bike. Se eccessivo, può comportare un notevole ingombro in casa. Anche perché all’ingombro spesso si associa anche il peso, quindi spostare un attrezzo pesante e ingombrante, dopo averlo piazzato in un angolo della casa, non è proprio un operazione semplice, specie se siete donne o soggetti che hanno acquistato la cyclette orizzontale per recuperare da infortuni (o semplicemente perché anziani). Valutate l’acquisto anche in base a questo elemento, oppure, valutate almeno la presenza delle rotelle per un più facile trasporto.

DIMENSIONI

Telaio

Collegato al peso dell’attrezzo, vi è sicuramente la qualità del telaio. Solitamente a pesi troppo leggeri corrispondono anche telai non troppo qualitativi e fragili. Questo non vuol dire che dev’essere di piombo, ma nemmeno troppo leggero: la soluzione migliore sta nel mezzo. Inoltre rapportate il peso complessivo del telaio al peso massimo che può supportare: un telaio di ottima qualità risulta essere di peso non eccessivo, ma al contempo deve avere quindi una capacità elevata di peso supportabile.

TELAIO

Accesso

Anche se si tratta in realtà di un elemento apparentemente secondario, può essere un’importante discriminante per l’acquisto. Vi sono infatti dei modelli che permettono un accesso facilitato al macchinario, ottimo per quei soggetti debilitati o anziani che non possono più fare certi sforzi. In questo modo si è agevolati nell’ingresso ogni volta, e questo stimolerà maggiormente nell’uso quotidiano dell’attrezzo.

ACCESSO

Schienale

Ad accompagnare la seduta, vi è lo schienale. È proprio questo l’elemento che garantisce il sostegno alla schiena, ma dev’essere valutato sulla lunga durata: dev’essere fatto di materiale traspirante, in modo tale che quest’ultimo non comporti troppi problemi col sudore.

SCHIENALE

Resistenza

Si tratta sostanzialmente del freno che viene utilizzato durante le pedalate. Una resistenza di buona qualità deve permettere diverse resistenze differenti e soprattutto graduali, così da poter permettere di svolgere allenamenti diversificati e per tutte le esigenze: sia per coloro che vogliono allenarsi gradualmente dopo un lungo periodo di inattività o perché infortunati, sia per coloro che vogliono raggiungere progressivamente un allenamento molto intenso che possa permettere di rafforzare la muscolatura scheletrica. Esistono due tipologie di resistenze: quelle magnetiche, e quelle elettromagnetiche. Nel caso della resistenza magnetica, vi è una rotellina che, una volta ruotata, avvicinerà delle calamite al volano, portando ad un rallentamento di quest’ultimo e quindi a maggiore difficoltà nella pedalata. La resistenza elettromagnetica, invece, agisce sempre allo stesso modo ma con elettrocalamite attivate dalla corrente, quindi regolabili direttamente dal display (anche) in automatico. Questa variante è più utile quando si parla di anziani o persone che devono recuperare in seguito ad un infortunio: essendo automatica, potrà adattarsi meglio alle esigenze del momento, senza comportare sforzi eccessivi sul momento.

RESISTENZA

Seduta

Uno dei vantaggi delle cyclette recumbent consiste proprio nella seduta. Grazie a questo elemento, infatti, vi è la possibilità di essere usata veramente da chiunque, anche quei soggetti che hanno problemi di schiena e non potrebbero stare molto tempo su di una cyclette verticale, in quanto, dopo alcuni minuti d’attività avrebbero avuto subito dolori dovuti ad una posizione che non può essere tenuta per troppo tempo. Scegliete quindi un modello che possa garantire una seduta comoda e soprattutto di qualità: a lungo andare farà la differenza.

SEDUTA

Manubrio

Come i modelli di cyclette verticali, le recumbent bike possiedono un doppio manubrio. Un primo manubrio lo si può ritrovare nella zona del display, e può fungere da appoggio quando ci si siede o per alzarsi; il secondo manubrio lo troviamo invece nella zona della seduta: in questo caso dobbiamo valutare la possibilità di poterne usufruire, specialmente se si è fortemente in sovrappeso. In questo caso va quindi osservato se vi è la possibilità di regolarne la larghezza e quindi la possibilità di usarlo effettivamente. Attenzione, perché non è così scontato.

MANUBRIO

Funzioni

Dal punto di vista software, è possibile valutare il numero di programmi pre-impostati dal macchinario. Se siete professionisti o comunque avete esperienza in questo settore, potete ignorare del tutto questo elemento, in quanto vi saprete gestire in automatico. Se invece non avete mai praticato questo tipo di attività e non sapete gestire gli allenamenti, potrebbe risultare un’importante discriminante in questo caso, perché da questo dipenderà la possibilità di progredire man mano.

FUNZIONI

Sensori e accessori

Questi elementi vengono utilizzati per monitorare i parametri vitali (come il battito cardiaco ad esempio) e lo sforzo compiuto di conseguenza. Possono essere utili, come anche non essere utili, dipenderà molto da quel che vi serve realmente.

SENSORI E ACCESSORI

Cyclette orizzontale: tutto quello che bisogna sapere per scegliere il prodotto più adatto alle nostre esigenze.

Si può scegliere una ‘cyclette recumbent’ in base a numerose caratteristiche. Il tutto dipende da quello che realmente ci serve o dalle nostre disponibilità economiche: si può scegliere il modello migliore sul mercato, oppure valutare in maniera oculata i vari acquisti. Andiamo a vedere come.

Cyclette orizzontale: Modello casalingo o professionale?

Questo è il primo dubbio da porsi: abbiamo la necessità di un modello professionale, o può bastare un modello casalingo? Quali sono le differenze?

Se abbiamo una palestra, o una palestra in casa a cui possono accedere diverse persone, allora può essere utile (o addirittura necessario) prendere un modello professionale.
Se invece sappiamo che la useremo di rado e probabilmente solo noi, un modello casalingo può risultare una scelta migliore.

La vera discriminante, in questo caso, è il prezzo: i modelli professionali costano decisamente di più rispetto ai modelli casalinghi (fino a dieci volte di più).

Ovviamente come in ogni cosa, quel che si paga, si trova: un prezzo maggiore è giustificato dal fatto che le funzionalità sono decisamente maggiori, vi sono diversi livelli di resistenza, vi è un software dedicato per diversi tipi di allenamento, e anche la resistenza dell’attrezzo è garantita a lungo andare (bisogna pensare che i modelli professionali vengono usati nelle palestre: ogni giorno decine e decine di persone ‘maltrattano’ questi attrezzi, e nonostante tutto, risultano perfettamente funzionanti anche dopo anni).

Fra i contro, sicuramente vi sono le dimensioni: i modelli professionali sono molto più grandi e ingombranti, oltre che difficili da trasportare a causa del peso elevato.

Quali sono le motivazioni per prendere un modello casalingo?
Beh, innanzitutto il prezzo è decisamente inferiore.
Anche la praticità negli spostamenti fa la differenza: sono sempre più piccole e leggere, perfette per essere trasportate in altre stanze e conservate facilmente.

Però questi modelli spesso risultano più fragili. Questo non vuol dire che dopo un anno vi abbandonerà (sono comunque modelli controllati accuratamente e con ottime costruzioni), solo che, confrontati con i modelli professionali, non sono testati per resistere così a lungo e con tipologie molto diverse di allenamento.

Inoltre i programmi di allenamento e i livelli di resistenza che si possono usare saranno decisamente inferiori rispetto ai modelli professionali.

MODELLO CASALINGO O PROFESSIONALE

Modello fisso o regolabile?

Dobbiamo decidere che cyclette prendere anche in base alla capacità di potersi adattare al nostro corpo: vi sono dei modelli praticamente fissi (anche se in realtà si possono regolare tutti un minimo) e modelli che invece permettono regolazioni multiple, molto utili se siamo molto alti o molto bassi, oppure se abbiamo un’altezza standard ma femori molto lunghi o molto corti.

I modelli che permettono di effettuare un maggior numero di regolazioni, però, spesso risultano più costosi. Ma non temete: si parla di cifre basse in questo caso.

MODELLO FISSO O REGOLABILE

Stabilità o maneggevolezza?

A questo punto bisogna considerare un altro parametro: puntiamo ad un modello che piazzeremo in un punto preciso della casa senza più muoverlo, oppure puntiamo ad un modello che probabilmente sposteremo di frequente (anche solo per non averlo nel mezzo della casa)?

Nel primo caso, possiamo puntare a modelli costruiti con materiali più solidi e pesanti, che garantiscono anche maggiore stabilità. Solo che sarà difficile spostarli, appunto.

Nel secondo caso, invece, possiamo puntare a prodotti più leggeri e facili da trasportare, in modo tale da poterli spostare all’occorrenza. Il difetto però, sarà il loro essere più plasticosi, meno stabili.

STABILITÀ O MANEGGEVOLEZZA

Cyclette orizzontale: quale scegliere?

Andiamo quindi a valutare alcuni dei modelli migliori presenti sul mercato, con la valutazione dei pro e dei contro.

Quale modello di Cyclette Orizzontale scegliere?

SPORTSTECH ES600

5stars
SPORTSTECH ES600

Pro

  • Cyclette professionale
  • Ottimo supporto lombare
  • Estremamente silenziosa
  • Numerose funzionalità e caratteristiche
  • Esteticamente molto gradevole e curata
  • Ottimo modello per l’allenamento base o avanzato

 

Contro

  • Alcune scocche di plastica non raggiungono la sufficienza per quanto riguarda la qualità
  • Le app ogni tanto presentano alcuni problemi di funzionamento
  • Prezzo molto elevato
SPORTSTECH ES600 pro

Una delle migliori cyclette orizzontali disponibili su Amazon, se non la migliore.
Materiali di ottima qualità, estremamente silenziosa, tantissime funzionalità!
Abbiamo a bordo un display digitale e auto-alimentato da 5,5 pollici che si può usare anche tramite uno smartphone e che presenta anche un connettore usb per ricaricarlo. Possibilità di scegliere fino a 4 utenti diversi per usare un allenamento estremamente personale, gestendo quindi un nostro programma esclusivo con un archivio che permetterà di valutare gli allenamenti precedenti.

Modello pesante, ma con un’ottima stabilità, grazie ad un volano di ben 14 Kg!
Abbiamo anche 16 livelli di resistenza fra cui è possibile scegliere, facili da modificare e controllabili da pc, da smartphone o da tablet con le rispettive app.
Tramite le app sarà possibile scegliere fino a 12 diversi programmi di allenamento, modificabili manualmente, così come abbiamo anche 4 diversi programmi di allenamento in base alla frequenza cardiaca.

Le dimensioni della cyclette sono abbastanza importanti.
Parliamo infatti di un modello di 163 cm di lunghezza, 63,5 cm di larghezza e 112 cm di altezza, che pesa 46 Kg, ma presenta anche dei rulli per facilitarne la mobilità.
Il peso massimo supportato è fino a 150 Kg, quindi utilizzabile dalla stragrande maggioranza delle persone.

Grazie al supporto lombare, la schiena non avrà problemi di carico, permettendoci un allenamento prolungabile per ore.

Parliamo quindi di un prodotto professionale, le cui caratteristiche sono in grado di coprire le necessità della maggior parte della popolazione. Difficile chiedere di meglio.

SPORTSTECH ES600 contro

Kettler Cycle R Axos Trainer

5stars
KETTLER CYCLE R AXOS TRAINER

Pro

  • Ottimo livello di qualità
  • Modello professionale e regolabile in ogni punto
  • Cyclette molto solida
  • Sedile molto solido e comodo
  • 16 diversi livelli di resistenza
  • Facilmente regolabile sotto ogni punto di vista, quindi adatta ad ogni differente corporatura
  • Pedalata fluida e molto silenziosa
  • Possibilità di supportare persone fino a 130 Kg di peso

 

Contro

  • Peso supportato inferiore rispetto al diretto concorrente
  • Prezzo elevato, ma si parla di un elemento top
KETTLER CYCLE R AXOS TRAINER pro

Prodotto estremamente solido e di elevata qualità.
Diretta concorrente della cyclette orizzontale SPORTSTECH ES600, ha un costo anche simile.
Dotata di 8 programmi differenti e con una memoria che dà la possibilità di salvare fino a 4 profili personali, permette la regolazione motorizzata dello sforzo su 16 livelli di resistenza.
Il volano ha un peso complessivo di 9 kg.

La rilevazione della frequenza cardiaca avviene tramite hand pulse, nelle maniglie del sedile.
Trasmissione a cinghia.
Regolazione rapida dell’altezza della sella.
Regolazione orizzontale della sella.
Manubrio regolabile in altezza ed inclinazione.
Ruote per il trasporto con regolazione dell’altezza.
Dimensioni del prodotto: Lunghezza 165 x larghezza 66 x altezza 101 cm e un peso di 44,5 Kg.
Peso massimo consigliato: 130 Kg

KETTLER CYCLE R AXOS TRAINER contro

TechFit R470

4stars
TECHFIT R470

Pro

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Cyclette con materiali di buona qualità
  • Sedile molto solido e comodo
  • 8 diversi livelli di resistenza
  • Facilmente regolabile
  • Pedalata fluida e abbastanza silenziosa
  • Possibilità di supportare persone fino a 130 Kg di peso
  • Prezzo moderato, specialmente rispetto la concorrenza

 

Contro

  • Display mediamente semplice
  • Alcune componenti di qualità moderata
TECHFIT R470 pro

Marca molto diffusa nel settore, la TechFit ha prodotto un modello di cyclette, R470 che risulta essere molto solida, realizzata in acciaio di alta qualità. I materiali di buona fattura sono destinati a durare nel tempo, inoltre presenta anche un volano di 8 Kg, anch’esso in acciaio. Tutto questo rende questa cyclette uno dei migliori modelli per qualità/prezzo.
8 diversi livelli di resistenza tramite sistema frenante magnetico, permettono di differenziare ogni seduta di allenamento: dalla seduta per migliorare la durata, a quella dedicata all’intensità. Adatto quindi a principianti, ma anche ad avanzati.

Sedile molto comodo e schienale che si può regolare in base alla propria struttura corporea.
Techfit R470 offre infatti un accesso molto facile alla sedia regolabile, che rende questa bici perfetta per gli anziani o per coloro che desiderano iniziare una sessione di recupero consigliata dal medico.
Abbiamo la possibilità di visualizzare sei diverse funzioni, ovvero: tempo, distanza, velocità, calorie, impulso, ODO
Nel sedile vi è il sensore per valutare la frequenza cardiaca HRC.
Si presenta facile da montare, grazie a delle viti pre-inserite e soprattuto una gradita facilità nell’assemblare il tutto. Tempo per completare l’assemblaggio, circa 1 oretta e mezza.
Dimensioni del prodotto: Lunghezza 166 x larghezza 72 x altezza 114 cm e un peso di 39 Kg.
Peso massimo consigliato: 130 Kg

TECHFIT R470 contro

TechFit R400

4stars
TECHFIT R400

Pro

  • Buon rapporto qualità/prezzo
  • Cyclette con materiali di discreta qualità
  • Sedile molto solido e comodo
  • 8 diversi livelli di resistenza
  • Facilmente regolabile
  • Pedalata fluida e abbastanza silenziosa
  • Possibilità di supportare persone fino a 120 Kg di peso
  • Prezzo moderato
  • Facilmente trasportabile, grazie anche a peso e dimensioni ridotte

 

Contro

  • La qualità non è impeccabile come i modelli maggiori
  • Possiede tutto l’essenziale, ma nulla più
TECHFIT R400 pro

Modello di fascia un po’ più bassa, sempre della TechFit, la cyclette R400 risulta solida, realizzata in acciaio di alta qualità.
Stavolta la dimensione risulta inferiore, per una maggiore facilità nel trasporto.
Presenta un volano di 7 Kg, anch’esso in acciaio.
Come i fratelli maggiori, presenta 8 diversi livelli di resistenza tramite sistema frenante magnetico, permettendo quindi di differenziare i vari programmi di allenamento: ottimo per sperimentare allenamenti con intensità o durate differenti.
Adatto quindi a principianti, ma anche ad avanzati.
Sedile molto comodo e schienale che si può regolare in base alla propria struttura corporea.
Anche qui abbiamo la possibilità di visualizzare sei diverse funzioni, ovvero: tempo, distanza, velocità, calorie, impulso, ODO
Nel sedile vi è il sensore per valutare la frequenza cardiaca HRC.

Come in tutti i modelli di questa marca, risulta facilmente montabile, grazie a delle viti pre-inserite che permettono un facile assemblaggio.
Tempo per completare l’assemblaggio, circa 1 oretta e mezza.
Dimensioni del prodotto: Lunghezza 138 x larghezza 38 x altezza 107.5 cm e un peso di 31 Kg.
Peso massimo consigliato: 120 Kg

TECHFIT R400 contro

ISE Cyclette Orizzontale

3stars
ISE CYCLETTE ORIZZONTALE

Pro

  • Miglior modello economico
  • 8 diversi livelli di resistenza
  • Facilmente regolabile
  • Pedalata fluida e abbastanza silenziosa
  • Possibilità di supportare persone fino a 120 Kg di peso
  • Prezzo bassissimo
  • Facilmente trasportabile, grazie alle rotelle ed anche a peso e dimensioni ridotte

 

Contro

  • Cyclette con materiali di scarsa qualità
  • Dotazione non eccezionale
ISE CYCLETTE ORIZZONTALE pro

Il migliore modello economico. Per chi ha intenzione di comprare una cyclette orizzontale senza spendere troppo, esiste questo modello molto economico, ma tutto sommato non male. Dotata di tutto l’essenziale (ma nulla più), permette, con poca spesa, di portarsi a casa un prodotto che lo soddisferà senza troppi problemi.

Dotata di pratiche ruote integrate, permette di spostare la cyclette in fretta.
Schermo LCD che monitora tempo, velocità, distanza, calorie bruciate e frequenza cardiaca.
8 livelli di resistenza e volano di 8 Kg.
Dimensioni di 120 cm in lunghezza, 50 cm in larghezza e 96 cm in altezza.
La portata massima: 120 Kg.
Regolando la posizione del sedile, può essere adatto per persone con un’altezza di 145 -190 cm.

ISE CYCLETTE ORIZZONTALE contro

La Cyclette Orizzontale e i suoi Benefici

Quando parliamo di cyclette orizzontale e dei suoi benefici, ci riferiamo al fatto che grazie alla loro particolare conformazione possono permettere a chiunque di praticare attività fisica anche se non perfettamente in forma. L’attività fisica, infatti, è necessaria per mantenere uno stile di vita salutare e per mantenersi in buone condizioni, a qualsiasi età. Anche chi esce da un brutto infortunio potrà trarre beneficio dalle cyclette orizzontali, grazie alla possibilità di intensificare gradualmente l’allenamento. In questo modo ci permette di non stare fermi e di migliorare poco a poco.

Nel caso degli anziani, invece, questi saranno probabilmente gli unici modelli di cui potranno realmente usufruire a lungo andare, in quanto le normali cyclette verticali, o altri tipi di macchinari, possono risultare particolarmente scomodi e macchinosi per loro. Di conseguenza le cyclette orizzontali risulteranno essere l’unica valida alternativa per gli anziani. Grazie a dei software dedicati, inoltre, si adatteranno anche alla possibilità di fare sforzi fisici adeguati alla loro energia e alle loro condizioni fisiche: non temete, state acquistando il prodotto giusto in questo caso.

 

Scegliete il modello di cyclette orizzontale più adatto a voi

Dopo aver spiegato su che basi scegliere il modello più adatto a voi, vi abbiamo anche elencato alcuni fra i modelli migliori sul mercato. Considerate quindi tutte le caratteristiche fisiche dei vari prodotti per poter scegliere così quello più adatto alle vostre esigenze fisiche, ma anche di spazio in casa: essendo modelli ingombranti, occuperanno inevitabilmente un angolino di casa, in cui rimarranno fisse oppure andranno spostate (e in questo caso bisogna considerare altre caratteristiche ben precise). Attenzione quindi a tutti i dettagli: una volta acquistate potranno fare la differenza. Valutate anche la possibilità di effettuare un reso alcuni giorni dopo l’acquisto, così da capire se quella determinata caratteristica fa per voi, o se preferite un qualcosa in più, per voi o per la casa.

Un’ultima considerazione sul prezzo: è vero che i modelli più costosi sono anche i più qualitativi, sia in termini di affidabilità, sia come funzionalità e caratteristiche. Però è anche vero che non sono modelli accessibili a tutti, di conseguenza bisogna valutare se i modelli più economici possono fare al caso nostro, sia per quanto riguarda le funzionalità, sia per quanto riguarda l’accessibilità (i modelli più costosi permettono un facile accesso ed ogni tipo di regolazione, per far sì che il macchinario possa adattarsi a chiunque, e non viceversa, come avviene nei modelli più economici), cosa molto importante nel caso di anziani o persone con problematiche di vario tipo.
Del resto, la funzione di base rimane la stessa: pedalare. Ma è tutto il contorno che permette a questi modelli di adattarsi più o meno alle nostre esigenze, tra cui il prezzo. Quindi scegliete con calma, perché sarà un acquisto praticamente definitivo.

Adesso non vi resterà che applicare questi principi per acquistare la vostra prossima cyclette orizzontale e rimettervi a praticare attività fisica, da soli o in compagnia, guidati o autonomi.

 

Il segreto di tutto è la costanza e la progressione

Dopo aver parlato dei benefici delle cyclette orizzontali e di svariati modelli presenti sul mercato con numerose caratteristiche differenti, abbiamo forse dimenticato di parlare della cosa più importante: come ottenere i risultati.

Che siano in ambito estetico, o che siano in ambito prettamente salutistico (anche se ciò avrà anche conseguenze positive a livello estetico), per ottenere risultati il segreto è uno: avere costanza e progressione.

La costanza è necessaria, in quanto senza una pratica continua non si possono avere risultati. Infatti non ci servirà a nulla distruggerci una settimana intera per poi lasciare andare l’attrezzo per due mesi: non otterremo risultati e avremo sprecato del denaro.

La progressione è fondamentale perché il corpo tenderà ad adattarsi: praticando con costanza (assolutamente necessaria), ci adatteremo ad un determinato sforzo. Il corpo quindi reagirà per quel determinato sforzo e sarà più pronto la prossima volta. Il problema è che se non aumentiamo lo sforzo (sia in termini temporali che di resistenza, ovviamente fatto gradualmente), il corpo troverà gli allenamenti successivi leggeri, quasi inefficaci, per cui non avrà un adattamento adeguato rispetto a quello che dovrebbe essere, portando a risultati via via minori. Il consiglio, quindi, è quello di aumentare sempre più lo sforzo fisico compiuto nelle sessioni d’allenamento. Poco a poco, vedrete che all’aumentare dello sforzo, aumenterà anche il risultato, sia dal punto di vista salutistico, sia dal punto di vista estetico.

Qualora siano presenti ancora dei dubbi su come sfruttarle al massimo, è possibile trovare in rete, o nei canali video, numerose spiegazioni o allenamenti guidati: si possono seguire questi allenamenti, oppure svolgere dei veri e propri corsi per maneggiare perfettamente questo tipo di attrezzo. Mentre, nel caso abbiate già esperienza con questi attrezzi, sapete già cosa fare per ottenere i migliori risultati!

Non ci resta che augurare un buon allenamento a tutti!